Three for Getz – 2013 Albòre Jazz

Three For Getz

“Three for Getz” 2013 Albòre Jazz (Japan)

  • Paolo Recchia – sax alto
  • Enrico Bracco – chitarra
  • Nicola Borrelli – contrabbasso

“Non sarà stato presuntuoso da parte mia volermi cimentare con un omaggio a Stan Getz”? Questo era il dubbio che mi ha confidato Paolo Recchia, quando mi ha chiesto di dargli un parere sul suo nuovo cd. E così, com’è giusto fare, ho ascoltato la sua musica con attenzione, e devo dire anche con molto interesse.

E’ sempre rischioso per un musicista misurarsi con i mostri sacri del passato. Ci vogliono preparazione tecnica e musicale, e bisogna anche rinunciare al proprio linguaggio. Tutto ciò che hai ascoltato di quel musicista, devi averlo assimilato profondamente, riuscendone però a trarne la tua personalità, in modo che il tuo tributo non significhi copiare pedissequamente una musica in realtà non replicabile. Non è facile.

Dunque perché un tributo riesca ci vuole umiltà, non certo presunzione… ecco , questo cd è esattamente un atto di umiltà. Paolo solitamente ha un’inclinazione sperimentale, un modo di suonare molto moderno. Eppure, con Enrico Bracco e Nicola Borrelli, anche loro bravissimi, ha avuto il coraggio di fare un salto indietro di cinquant’ anni, arrivando ad un’ ottima esposizione dei temi , ricca padronanza armonica, suono caldo e swing rilassato, che secondo me sono le componenti fondamentali per ricordare il periodo californiano e i grandi musicisti che hanno fatto la storia del Jazz.

Suonare la musica di altri è sperimentazione, in fondo e devi misurarti con qualcosa di profondamente diverso da te, che pure conosci benissimo. Il risultato? Mentre ascoltavo, mi sembrava di sentire Lee Konitz, Bud Shank e altri musicisti con cui io ho avuto anche la fortuna di suonare. Allo stesso tempo però ho ascoltato emergere la personalità di Paolo proprio nella particolare sensibilità di fraseggio che in un ragazzo giovane, abituato ad altri tipi di linguaggio, non è facile da trovare. E’ per questo che il suo omaggio a Stan Getz io lo trovo perfettamente riuscito.

Paolo Recchia è bravo perché è preparato, ma non è solo questione di tecnica, è questione di sensibilità. Ha ascoltato tanti sassofonisti, e attraverso loro ha raccontato se stesso e per me questa, proprio questa, è la musica. E quindi non posso che fare i complimenti a lui e ai suoi musicisti. Complimenti!

Dino Piana

[mt_playlist id=”2028″]

As Leader

peace_hotel_125
  • “Peace Hotel”
  • 2015 Albòre Jazz (Japan)
Ari's Desire_250
  • “Ari’s Desire”
  • feat. Alex Sipiagin
  • 2011 Via Veneto Jazz
Introducing Paolo Recchia_250
  • “Introducing Paolo Recchia”
  • feat. Dado Moroni
  • 2008 Via Veneto Jazz

As Sideman

Luca Mannutza The Remembering
  • Luca Mannutza
  • “The Remembering”
  • Rearward Record Label
Beyond the Drums_250
  • Nicola Angelucci
  • “Beyond the Drums”
  • Via Veneto Jazz
Even Not 4_250
  • Stefania Patanè/Group
  • “Even Not 4”
  • Wide Sound
The wrong Side_250
  • Gianrico Manca
  • “The Wrong Side”
  • feat. Paolo Recchia
  • Sardmusic
Sound Six My Music_250
  • Luca Mannutza
  • Sound Six
  • “My Music”
  • Albòre Jazz (Japan)
Tributo ai Sestetti Anni 60_250
  • Luca Mannutza
  • Sound Six
  • “Tributo ai Sestetti Anni 60”
  • Albòre Jazz (Japan)
The First One
  • Nicola Angelucci
  • “The First One”
  • Via Veneto Jazz
Reseacrh_250
  • Aldo Bassi
  • “Research”
Touch_250
  • Lorenzo Tucci
  • “Touch”
  • Schema Records
Bass voice Project_250
  • Pippo Matino
  • Silvia Barba
  • “Bass Voice Project”
  • Wide Lab
Tribute to Duke_250
  • Giorgio Rosciglione
  • “Tribute to Duke”
  • Tuscia in Jazz
The Music I Play_250
  • Francesca Sortino
  • “The Music I Play”
  • RWM/Family affair
Fires 'n Pyres_250
  • Federica Zammarchi
  • “Fires ‘n Pyres”
  • Dodicilune Records
L'Aldiqua_250
  • Samuele Bersani
  • “L’Aldiqua”
  • Sony BMG music ent.